Notizie

23 settembre 2020 Newsletter

ART INFORMA SETTEMBRE 2020

Newsletter Art – 23 settembre 2020

1.Osservatorio su tendenze e consumi in tempi di post pandemia

Alla fine di giugno ART ha presentato la ricerca di mercato sull’impatto del Covid 19 sul mercato degli articoli per la tavola, la cucina e la decorazione della casa. Accanto a questo importante strumento di indagine, nelle scorse settimane sono stati diffusi nuovi dati economici e di mercato relativi al settore. Nel trimestre marzo – maggio 2020 ISTAT, nella sua rilevazione delle vendite al dettaglio in Italia, registra variazioni tendenziali negative per quasi tutti i gruppi di prodotti con alcune significative eccezioni: Dotazioni per l’informatica, telecomunicazioni, telefonia (+12,4%) e Utensileria per la casa e ferramenta (+5,6). Le diminuzioni maggiori riguardano Abbigliamento e pellicceria (-38,1%), Foto-ottica e pellicole, supporti magnetici, strumenti musicali (-37,4%) e Calzature, articoli in cuoio e da viaggio (-34,8%). Rispetto a maggio 2019, il valore delle vendite al dettaglio diminuisce del 4,4% per la grande distribuzione e del 18,8% per le imprese operanti su piccole superfici. Le vendite al di fuori dei negozi calano del 23% mentre è in deciso aumento il commercio elettronico (+41,7%).

Su questi dati, l’Ufficio Studi Confcommercio parla di “Dato largamente in linea con le attese che segna l’inizio del ritorno ad una fase meno emergenziale. Riaperture graduali ed aumento nella libertà di movimento si associano a una certa prudenza dei consumatori – fenomeno testimoniato anche dal balzo registrato dal commercio elettronico – elementi che hanno portato a un recupero solo parziale delle perdite registrate nel bimestre precedente.

GfK dal canto suo, ha divulgato i risultati di una indagine sul “mondo casa”. È emerso che durante il periodo del lockdown, avere una casa con uno sfogo all’aperto si è rivelata una risorsa fondamentale per gli italiani. Balconi, terrazzi e per i più fortunati anche giardini ed orti sono stati un vero salvavita durante questo periodo così duro. Questi spazi rimangono centrali anche in questa fase dell’emergenza, in cui la casa rimane un punto di riferimento, ma con la bella stagione e le giornate calde si ha voglia di trascorrere più tempo all’aria aperta e in compagnia, continuando a sentirsi al sicuro e protetti.  Assieme allo smart working, la maggiore richiesta di spazi “green” (possibilmente all’aperto) sarà sicuramente uno dei trend che influenzerà la nuova concezione di casa nei prossimi anni: non più luogo da frequentare pienamente solo nei fine settimana, ma spazi ed ambienti disegnati per rispondere alle esigenze dei suoi abitanti durante tutto l’arco della giornata. Le attitudini e le aspettative degli italiani nei confronti della propria abitazione indicano che la casa dovrebbe essere un luogo caldo, fatto per la comodità e l’espressione del sé, per l’accoglienza di chi lo vive e per coltivare le relazioni. Il 58% degli italiani desidera una casa dove gli oggetti e gli arredi raccontino la propria personalità. Il 29% invita spesso gli amici a mangiare a casa propria (un’abitudine consolidata soprattutto tra i Millennial) e oltre la metà (55%) dichiara di dedicare molto tempo alla cucina. Anche questo è un trend in crescita: +5% rispetto al 2012.

L’analisi dei trend di consumo e la modificata percezione da parte degli italiani dell’ambiente “casa” e “cucina”, offrono nuove insperate opportunità al settore. Su questo tema è in atto una profonda riflessione, anche interna all’Associazione, che ci si augura possa produrre risultati concreti e coinvolgere le imprese aiutandole ad adeguare i propri modelli di business ad una realtà radicalmente trasformata dal ciclone pandemia.

  1. BANDO REGIONALE LOMBARDIA – FIERE INTERNAZIONALI   

Regione Lombardia ha modificato e riaperto il bando per la presentazione di progetti di partecipazione a una o più fiere di livello internazionale, inserite nel calendario fieristico approvato annualmente da Regione Lombardia, che si svolgano tra il 1^ settembre 2020 e il 31 dicembre 2022. Possono accedere al bando le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) regolarmente iscritte al Registro delle Imprese, in possesso di almeno una sede operativa attiva in Lombardia. In base alle modifiche apportate rispetto alla versione originale, il bando distingue tra due categorie di imprese richiedenti:

NUOVI ESPOSITORI, laddove l’impresa richiedente, relativamente a tutte le fiere indicate nel progetto, non abbia partecipato nelle precedenti 3 edizioni, per le fiere con cadenza annuale o inferiore, o nelle precedenti 2 edizioni, per le fiere con cadenza biennale o superiore;

ESPOSITORI ABITUALI, laddove l’impresa richiedente, relativamente ad almeno una delle fiere indicate nel progetto, abbia già partecipato almeno una volta nelle precedenti 2 o 3 edizioni, a seconda della cadenza della fiera.

L’agevolazione concedibile è un contributo a fondo perduto, assegnato secondo le intensità seguenti:

  1. NUOVI ESPOSITORI:
  2. a) 50% delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione a una sola fiera;
    b) 60% delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione a due o più fiere, incluse diverse edizioni della stessa fiera,
    fino a massimo 15.000 euro;
  3. ESPOSITORI ABITUALI:
  4.          a) 40% delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione ad una sola fiera;
    b) 50% delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione a due o più fiere, incluse diverse edizioni della stessa fiera;
    fino a massimo 10.000 euro.

Sono previste due premialità:

+5% in caso di Micro Impresa (impresa con dipendenti <10 e fatturato o bilancio non superiore a 2 milioni di euro);
         +5% in caso di StartUp (impresa iscritta al Registro Imprese e attiva da non più di 24 mesi),
che innalzano l’intensità di contributo massimo fino al 70% delle spese ammissibili per i nuovi espositori e fino al 60% per gli espositori abituali.

Non sono ammissibili progetti con spese inferiori a 6.000 euro. Sono ammissibili le spese sostenute tra il 9 settembre 2020 e il 31 marzo 2023, ad eccezione di eventuali acconti o pagamenti anticipati per l’iscrizione e l’affitto dell’area espositiva, che sono ammissibili anche se sostenute in data antecedente, purché riferite a fiere di livello internazionale che si svolgano nel periodo consentito. In deroga alla decorrenza sopra indicata, per fiere con data di inizio fino al 31 ottobre 2020, sono ammissibili le spese sostenute a partire dal 4 agosto 2020, con le stesse eccezioni relative ad acconti e pagamenti anticipati. Le domande di partecipazione al presente bando devono essere presentate esclusivamente in via telematica tramite il sistema informatico Bandi Online (www.bandi.servizirl.it/procedimenti/bando/RLO12019008662), fino ad esaurimento risorse. La medesima domanda può prevedere la partecipazione ad una fiera o a più fiere, intese come fiere distinte o diverse edizioni della stessa fiera. Le domande devono essere presentate almeno 30 giorni prima della data di inizio della prima fiera oggetto del progetto. In deroga a questa scadenza, per le domande presentate fino al 15 ottobre 2020, non deve essere rispettato il termine di 30 giorni. In particolare, può essere presentata domanda anche per fiere che si siano già svolte, purché con data di inizio non antecedente al 1^ settembre 2020.

  1. ELEZIONI FONDAZIONE ENASARCO – LISTA ENASARCO DEL FUTURO

Le votazioni per il rinnovo dell’Assemblea dei Delegati della Fondazione ENASARCO si svolgeranno in modalità online nel periodo da giovedì 24 settembre 2020 a mercoledì 7 ottobre 2020, dalle 9 alle 18 nei giorni dal lunedì al venerdì, e dalle ore 9 alle 20 nei giorni di sabato e di domenica. Possono partecipare al voto TUTTE LE AZIENDE CHE, IN QUALITA’ DI CASE MANDANTI CHE SI AVVALGONO DI AGENTI DI COMMERCIO, RISULTANO ISCRITTE NELLE LISTE ELETTORALI. Nei giorni scorsi le aziende aventi diritto di voto hanno ricevuto una PEC contenente il CERTIFICATO ELETTORALE e le istruzioni per partecipare al voto. Confcommercio parteciperà al confronto elettorale con la lista n. 3 “Enasarco del futuro” costituita in coalizione con Confindustria, Confcooperative e CNA e FNAARC. È molto importante assicurare la più ampia partecipazione al voto online ed il sostegno alla lista Enasarco del Futuro.

  1. ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE AZIENDE CHE NON RICHIEDONO CIG 

L’Inps, con circolare n. 105 del 18 settembre c.a., fornisce indicazioni in merito all’esonero dal versamento dei contributi previdenziali per le aziende che non richiedano ulteriori trattamenti di cassa integrazione, previsto dall’articolo 3, D.L. n. 104/2020, c.d. Decreto “Agosto”.L’articolo 3 prevede, in favore dei datori di lavoro del settore privato, un esonero dal versamento dei contributi previdenziali a loro carico, fruibile entro il 31 dicembre 2020 e a condizione che i medesimi datori non richiedano i nuovi interventi di integrazione salariale di cui all’articolo 1 del D.L. “Agosto”. Con apposito messaggio l’Istituto emanerà le istruzioni per la fruizione dell’esonero, con particolare riguardo alle modalità di compilazione delle dichiarazioni contributive da parte dei datori di lavoro.

Datori di lavoro che possono accedere al beneficio

L’esonero può essere legittimamente fruito per le medesime posizioni aziendali (matricole INPS) per le quali, nelle mensilità di maggio e giugno 2020, siano state fruite le tutele di integrazione salariale di cui agli articoli da 19 a 22-quinquies del D.L. n. 18/2020.

Qui la Circolare INPS: https://www.confcommerciomilano.it/export/sites/unione/doc/contratti_lavoro/lavoro_news/2020/lavoronews_n_163/Circ_Inps_n_105_2020.pdf

  1. WEBINAR AICE

Segnaliamo due interessanti iniziative organizzate da AICE e aperte ai nostri associati:

Giovedì 1 ottobre ore 10,30 – sul tema: “Inquadramento normativo del transfer price”

L’obiettivo del webinar è quello di fornire

  • Una panoramica sul valore doganale negli scambi intercompany
  • Una corretta gestione della documentazione da conservare in caso di verifica da parte della Dogana
  • La procedura di forfetizzazione in Dogana dei prezzi di trasferimento
  • Informazioni circa la rilevanza IVA dei TP Adjustments
  • La corretta redazione di master file

Martedì 6 ottobre ore 10 – sul tema: “Le trasferte dei lavoratori all’estero: consigli pratici”

L’obiettivo del webinar è di fornire una panoramica generale e consigli pratici sugli obblighi/implicazioni e costi delle trasferte di breve durata, generalmente contenute nei 30 giorni. La partecipazione è gratuita.

Programmi e schede di partecipazione possono essere chiesti alla Segreteria dell’Associazione.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *