Notizie

25 gennaio 2019 Europa News

Europa News 25 gennaio 2019

POLITICA DI COESIONE
I deputati accolgono la riforma dei regolamenti sulle disposizioni comuni della Commissione
europea riguardante i sette fondi UE
Martedì 22 gennaio la Commissione politica regionale del Parlamento europeo ha votato la
propria posizione sul regolamento sulle disposizioni comuni della Commissione europea
riguardante i fondi UE per lo sviluppo regionale, politiche sociali, di coesione, di asilo e di
migrazione, sicurezza interna e gestione delle frontiere. Il voto ha suscitato un acceso dibattito
attorno al tema della condizionalità macroeconomica. I deputati hanno proposto la possibilità
di sospendere “gradualmente” i pagamenti nel caso in cui uno Stato membro non sia in grado
di fornire una risposta soddisfacente alle raccomandazioni paese formulate nell’ambito della
procedura di bilancio “Semestre europeo”. Il testo verrà votato in seduta plenaria a febbraio. (V.
Favalli)
FINANZIAMENTI
Sostegno degli Stati membri al partenariato Commissione – BEI per la governance del
programma per gli investimenti europei post-2020 “INVESTEU”
Martedì 22 gennaio i ministri delle finanze degli Stati membri hanno sostenuto la proposta loro
sottoposta riguardante la governance di “InvestEU”, il programma progettato in particolare per
subentrare al “Piano Juncker”, il piano di investimenti europei. Le disposizioni riflettono un
equilibrio tra la Banca europea per gli investimenti (BEI), che desidera preservare il suo ruolo
bancario nella gestione europea del Fondo per investimenti strategici e della Commissione, che
intende mantenere le sue prerogative nella gestione degli strumenti finanziari. L’esatta
composizione e i processi decisionali del comitato direttivo del fondo devono ancora essere
determinati mentre la segreteria del comitato responsabile per la selezione dei progetti avrà
probabilmente sede in Lussemburgo. (V. Favalli)
DIGITALE
Acquisto di contenuti digitali, definito un accordo di massima fra Parlamento e Consiglio Ue
I rappresentanti del Parlamento europeo e del Consiglio dell’Unione europea hanno raggiunto
un accordo provvisorio la sera di martedì 22 gennaio, sulla proposta di direttiva sulla fornitura
di contenuti digitali. Queste sono le prime regole europee in questo campo. L’accordo informale
raggiunto non sarà presentato ai colegislatori europei finché non sarà adottata anche la
proposta gemella sulla vendita di beni (che dovrebbe avvenire il 29 gennaio prossimo). (F.
Cisternino)
CONSUMATORI
La Commissione IMCO del Parlamento Ue ha approvato il proprio report sul new deal for
Consumers
Lo scorso 22 gennaio, la Commissione IMCO del Parlamento europeo ha approvato a larga
maggioranza la relazione parlamentare sulle Proposte contenute nel c.d. New Deal for
Consumers elaborate dalla Commissione Europea, rafforzando in particolare le norme volte ad
aggiornare e modernizzare la legislazione UE sui consumatori per rafforzare i loro diritti, sia
negli acquisti online che offline, e meglio proteggerli dalle pratiche commerciali sleali in tutta
l’UE. (F. Cisternino)
AMBIENTE
Gestione della biodiversità, del clima e delle risorse idriche tra le priorità della Presidenza
rumena del Consiglio.
Nel settore dell’ambiente, la presidenza rumena del Consiglio proseguirà i lavori della
Presidenza austriaca. Biodiversità, clima, gestione delle risorse idriche e sviluppo sostenibile
sono le quattro priorità che sono state delineate lunedì, 21 gennaio 2019, dalla commissione
per l’ambiente del Parlamento europeo. La presidenza presidierà il dibattito politico al fine di
sviluppare una visione comune dell’UE per una strategia a lungo termine che incoraggi l’azione
contro il riscaldamento globale e dia più sostenibilità all’economia. (F. Squeri)
AFFARI ECONOMICI
Finanza sostenibile
Il 22 gennaio presso il Pe si è svolta la commissione congiunta envi ed Econ sul pacchetto della
finanza sostenibile. Essa pone le basi per un quadro dell’Unione europea che colloca le
considerazioni ambientali, sociali e di governance. Queste proposte, complementari fra loro,
mirano a facilitare gli investimenti in progetti sostenibili nell’Unione, da parte di tutti gli attori
del mercato finanziario. Ad oggi sono stati presentati circa 500 emendamenti da parte delle 2
commissioni, che voteranno il prossimo 20 febbraio. (G. Diani)
Multa per MasterCard
Il 22 gennaio scorso, la Commissione europea ha inflitto una multa di 570 milioni a MasterCard,
poiché viene limitata la possibilità per i commercianti, di beneficiare delle migliori condizioni
offerte dalle banche di altre zone del mercato unico, violando le regole europee della
concorrenza. Si è infatti riscontrato che le regole di MasterCard, aumentano artificialmente i
costi delle carte di pagamento, danneggiando i consumatori e i commercianti. (G. Diani)
PROFESSIONI
Commissione europea: all’Italia contestate infrazioni in merito alla corretta attuazione della
normativa UE in materia di servizi e qualifiche professionali
La Commissione europea il 24 gennaio ha adottato una serie di decisioni su casi di infrazione
concernenti 27 Stati membri, fra cui l’Italia, per la non conformità della loro legislazione e delle
loro prassi giuridiche alle norme dell’UE sul riconoscimento delle qualifiche professionali e il
relativo accesso alle attività (violazione della direttiva sulle qualifiche professionali). In forza
della decisione appena approvata la Commissione invierà a tutti i paesi coinvolti un totale di 31
lettere di costituzione in mora e una lettera complementare di costituzione in mora, in aggiunta
a due pareri motivati in cui sono affrontate varie restrizioni nel settore dei servizi. (F. Cisternino)
FOOD
Dual quality
La commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori, il 22.01.19, ha votato
la sua relazione sulla proposta legislativa per una migliore applicazione e modernizzazione
delle norme dell’UE in materia di protezione dei consumatori. Gli emendamenti proposti
comprendono l’introduzione di una lista nera di pratiche commerciali sleali relative alla doppia
qualità dei prodotti. (G. Diani)
Pratiche commerciali sleali
Il 23 gennaio scorso, luce verde, da parte della commissione per l’agricoltura, alle regole
concordate dai negoziatori del Parlamento e del Consiglio, lo scorso 19 Dicembre. Il voto segue
l’approvazione dell’accordo nel Comitato Speciale Agricoltura del Consiglio (SCA) del 14
gennaio. Il testo provvisoriamente concordato, necessita ora dell’approvazione finale del
Parlamento, prima che possa essere formalmente approvato dal Consiglio. Si prevede che il
Parlamento nel suo insieme voterà il progetto di direttiva durante la sessione plenaria dell’11-
14 marzo a Strasburgo. (G. Diani)
Confcommercio – Imprese per l’Italia
Delegazione presso l’Unione europea
Avenue Marnix, 30 – 6° piano
B-1000 Bruxelles
Tel: +32 2 289 62 30
Fax: +32 2 289 62 35
Sito: http://bruxelles.confcommercio.eu
E-mail: delegazione@confcommercio.eu
Newsletter a cura di Stella Sassi
Con il contributo di Francesco Cisternino, Gabriella Diani,
Veronica Favalli, Federica Squeri.
Segreteria: Daniela Daidone
Responsabile: Marisa Ameli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *