Notizie

20 Gennaio 2021 ASSOCIAZIONE, Italia News, News ed Eventi, Newsletter, Uncategorized

LIVING Osservatorio ART – Dati Mercato Italia 4/Q20

VALUTAZIONI A CONSUNTIVO

Le imprese del settore tavola, cucina e decorazione della casa confermano anche relativamente all’ultimo trimestre 2020 il buon andamento di mercato già rilevato nel terzo trimestre.

Anche questa volta, infatti, circa il 70% delle imprese segnala un andamento migliore rispetto al medesimo periodo 2019, a conferma di un trend di tenuta del mercato a dispetto di un quadro generale di grande preoccupazione caratterizzato dalla forzata chiusura dei punti di vendita in molte zone del Paese a motivo della pandemia. Probabilmente questa tendenza alla crescita, giustificata come già osservato il trimestre scorso da un rinnovato interesse dei consumatori italiani verso la “dimensione Casa”, non potrà consentire di chiudere l’anno 2020 con un segno positivo, ma certamente contribuirà a mitigare l’impatto devastante che l’emergenza sanitaria ha prodotto sui consumi delle famiglie. 

Il dato sulla tendenza rilevata nell’ultimo semestre conferma quanto emerso con la domanda precedente: la tendenza ordini/fatturato nella seconda metà del 2020 è positiva per il 65% dei rispondenti.  

VALUTAZIONI PREVISIONALI

Come sarà il 2021 rispetto all’anno precedente? 

Il nuovo anno si apre all’insegna di una grande cautela: sulla scorta dei buoni risultati conseguiti nella parte finale del 2020, la maggiortanza delle aziende è pronta a “scommettere” sulla stabilizzazionone o sulla ripresa del mercato. Quasi il 30% dei rispondenti prevede un anno migliore del precedente, mentre la metà parla di stabilità. In questo contesto, appare bassa (23%) la quota di chi invece teme un 2021 addirittura peggiore. 

Passando alla valutazione previsionale sul quadro economico generale, l’orientamento è confermato in proporzioni assai simili. Il 60% delle imprese punta ad un consolidamento della ripresa, mentre il 18% propende per una stabilizzazione del quadro. Ovviamente, si attendono conferme alla prova dei fatti, in presenza di incognite esogene al settore che condizioneranno in misura determinante l’evoluzione dei prossimi mesi: l’esito della lotta alla pandemia legata all’efficacia dei vaccini e le difficoltà sul piano della stabilità politica che stanno emergendo in queste settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *